Bando morosità incolpevole ridotta

Il bando per la morosità incolpevole ridotta è a sostegno delle famiglie per il mantenimento dell’abitazione in locazione che si trovino in condizioni di morosità incolpevole ridotta (inferiore a € 3.000,00) e non siano sottoposti a procedure di rilascio dell’abitazione.

Le risorse per il presente bando sono state assegnate ai Comuni ad alta intensità abitativa da Regione Lombardia con Deliberazione di Giunta Regionale n. X-5450/2016.

 

Cos'è

Per morosità incolpevole deve intendersi la situazione di sopravvenuta impossibilità a provvedere al pagamento del canone locativo in ragione della perdita o consistente riduzione della capacità reddituale del nucleo familiare, riconducibile ad una delle seguenti cause:

  • licenziamento
  • mobilità
  • cassa integrazione
  • mancato rinnovo di contratti a termine
  • accordi aziendali e sindacali con riduzione dell’orario di lavoro
  • cessazione di attività professionale o di impresa
  • malattia grave
  • infortunio o decesso di un componente del nucleo familiare.

 

Chi può partecipare

Possono richiedere il contributo i cittadini residenti nel Comune di Como in possesso dei seguenti requisiti:

  • residenza da almeno 5 anni in Regione Lombardia di un membro del nucleo familiare;
  • non essere sottoposti a procedure di rilascio dell’abitazione;
  • presenza di una situazione di morosità incolpevole accertata in fase iniziale (meno di € 3.000,00) determinata da una consistente riduzione di reddito;
  • I.S.E.E. (Indicatore della Situazione Economica Equivalente) non superiore ad € 15.000;
  • cittadinanza italiana, di un paese dell’UE, ovvero, nei casi di cittadini non appartenenti all’UE, possedere un regolare titolo di soggiorno;
  • essere titolari di un contratto di locazione di unità immobiliare ad uso abitativo regolarmente registrato;
  • impegno da parte dell’inquilino a partecipare a politiche attive del lavoro, se disoccupato.

 

Come funziona

L’importo del contributo è pari a € 1.000,00.= a alloggio/contratto, aumentato a € 1.500,00 nel caso di disponibilità da parte del proprietario a modificare il canone “in concordato” o a rinegoziare a canone più basso. Il Comune determina ed eroga il contributo direttamente al proprietario dell’alloggio, a condizione che si impegni a non effettuare lo sfratto per almeno 12 mesi e sia disponibile a non aumentare il canone.

Ai fini del riconoscimento del beneficio inoltre, l’inquilino dovrà sottoscrivere un accordo con il proprietario e un rappresentante del Comune con cui si impegna a sanare la morosità pregressa, non coperta dal contributo. 

 

Come si fa

La domanda deve essere presentata su appuntamento presso il Settore Politiche Sociali, Via Italia Libera, 18/a, da prenotarsi negli orari di apertura al pubblico oppure al n. di telefono 031- 252630/622 e eventualmente 031-252648, a partire dal 2 novembre 2016 fino ad esaurimento delle risorse disponibili e salvo diverse disposizioni Regionali.

 

Modulistica

Icona formato PDFBANDO morosità incolpevole ridotta

Icona formato PDFDOMANDA morosità incolpevole ridotta

Icona formato PDFDICHIARAZIONE proprietario morosità

 

 

 
Ultimo aggiornamento: Fri Nov 25 12:39:59 CET 2016

Pagine collegate

Chiedilo all'URP