Deposito progetto sismico e certificazione per sopraelevazioni

Normativa Sismica: Procedure per deposito della documentazione di cui all'art. 6 comma 1, lettera c) della L.R. 33/2015 e per il rilascio della certificazione relativamente ad inter4venti di sopraelevazione ai sensi della DGR 30/3/2016 n. X/5001.

Con la D.G.R. 30 marzo 2016 n. X/5001, la Giunta Regionale ha approvato le linee di indirizzo e coordinamento per l'esercizio delle funzioni trasferite ai comuni in materia di sismica, stabilendo il contenuto minimo della documentazione e dell'istanza di cui all'art. 6, comma 1, lettera c) della L.R. 33/2015 e le modalità di attuazione del sistema informativo integrato di cui all'art. 3, comma 2 della L.R. 33/2015.

Pertanto, per tutti gli interventi di costruzione, riparazione e sopraelevazione (art. 93 del D.P.R. 380/01), comprese le varianti d'opera, relativi ad opere pubbliche o private localizzate nelle zone 3 e 4 vi è l'obbligo della presentazione della comunicazione di deposito, prima dell'inzio dei lavori.

La procedura di deposito o la richiesta di certificazione per sopraelevazione, che deve avvenire prima dell'avvio dei lavori, è effettuata mediante il Sistema Informativo Integrato (obbligatorio inizialmente dal 04/05/2017* vedasi poi differimento di 6 mesi con Decreto n. 4733 del 27 aprile 2017) in grado di eseguire la verifica formale degli elaborati, e specificatamente, della documentazione prodotta a supporto dell'istanza.

Il deposito del progetto è valido anche agli effetti della "Denuncia dei lavori" di cui all'art. 65 del D.p.r. 380/01 (Denuncia Cementi armati e struttura metallica), se il modulo di deposito è sottoscritto anche dal costruttore e purchè la documentazine a corredo abbia i contenuti previsti dallo stesso articolo.

Il deposito o la richiesta di certificazione per sopraelevazione va presentato dal commitente o da un suo delegato con procura speciale per via telematica sul portale MUTA (Modulo Unico di Trasmissione) di Regione Lombardia all'indirizzo  http://www.muta.servizirl.it/mutafe/html/index.jsp  

Tutte le relazioni dovranno essere presentate su supporto digitale e firmate con firma elettronica certificata, poichè il sistema informatico provvederà a confrontare i dati anagrafici dichiarati con quelli estratti dalla firma elettronica e rifiuterà le pratiche in cui non trova adeguata corrispondenza.

Si precisa che la realizzazione degli interventi di sopraelevazione è subordinata al rilascio della certificazione, che deve avvenire entro 60 giorni dalla data di avvio di del procedimento.

 

 

Importante:

In Lombardia è finito il regime transitorio previsto dall’art. 13 della l.r. 33/2015: le istanze sismiche dal 1° dicembre 2018 dovranno essere presentate esclusivamente in formato digitale, abbandonando definitivamente il cartaceo. Tale disposizione si legge nella Comunicazione (Protocollo Z1.2018.0027509 del 21/11/2018) di Regione Lombardia indirizzata ai Comuni ed avente per oggetto “Conclusione del periodo transitorio di dodici mesi, previsto dall’art. 13 della l.r. 33/2015, durante il quale è consentito il deposito della documentazione di cui all’art. 6 della medesima L.R. 33/2015 e ss.mm.ii. in formato sia elettronico che cartaceo, prorogato dal D.d.u.o. 21 maggio 2018 – n. 7262 (B.U.R.L. Serie Ordinaria n. 21 – 24 maggio 2018)“

Ultimo aggiornamento: 04 February 2019

Pagine collegate

Chiedilo all'URP