Occupazione temporanea di suolo pubblico

Cos’è

In occasione di cantieri edilizi, traslochi, manutenzioni del verde, movimentazione merci e simili per i quali si prevede di occupare porzioni di suolo pubblico occorre preventivamente presentare una richiesta di occupazione di suolo pubblico.

L’occupazione di suolo pubblico ha carattere oneroso e, in caso di occupazione della sede stradale, la necessaria segnaletica è disposta a cura di chi occupa il suolo.

L'occupazione di suolo va richiesta anche per iniziative di carattere culturale, sociale, politico, di propaganda e finanziamento Onlus e per attività di sensibilizzazione, nel caso in cui si preveda di occupare suolo pubblico.

 

Come si chiede

Le richieste possono essere consegnate a mano presso l'ufficio protocollo o inviate tramite PEC a comune.como@comune.pec.como.it

 

Quanto tempo occorre

30 giorni dalla data di presentazione della domanda.

 

Documenti necessari

Alla domanda occorre allegare:

  • Fotocopia di un documento d’identità di chi firma la domanda;
  • Fotocopia del permesso di soggiorno di chi firma la domanda (solo per cittadini extracomunitari);
  • Planimetria, in scala, dell'area richiesta;
  • Copia della carta di circolazione del/dei veicolo/i eventualmente utilizzato/i per l'occupazione e se questi è un veicolo eccezionale anche la scheda tecnica e l'autorizzazione di cui al c. 6 dell'art. 10 del CDS;
  • Per le occupazioni insistenti sulla sede stradale lo schema della segnaletica da attuare.

 

Quanto costa

Per la presentazione della domanda occorre apporre una marca da bollo da 16,00 Euro (con esenzione per Onlus, organizzazioni di volontariato, Enti dello Stato).

 

L’occupazione di suolo pubblico ha carattere oneroso: il canone varia a seconda della superficie occupata e del periodo di occupazione.

Per le informazioni di dettaglio è possibile consultare il link al Canone di occupazione suolo pubblico (COSAP).

  

Ultimo aggiornamento: Thu Mar 16 12:35:59 CET 2017

Pagine collegate

Chiedilo all'URP